Cenni critici



PAOLO LEVI da “L’ILLUSIONE DEL SOGNO” , Editoriale Giorgio Mondadori, Milano, 2007.
...L’inventiva del tutto originale di Patrizia Comand gioca su prosperosi corpi femminili di grande plasticità; sono
immagini sorprendenti, il cui merito va...


RENZO MARGONARI


da "RASSEGNA INTERNAZIONALE D'ARTE CITTà DI BOZZOLO" ed. Comune di Bozzolo, Bozzolo (Mn), 2007.
...Comand esibisce un’ironia controllata (…) la sua eccellente perizia pittorica attua visioni insieme leggiadre e grevi,
allegoriche, in un tempo senza...


FRANCO FANELLI


da "PINGUI MA AGILI E IRONICHE LE ACROBATE DELLA COMAND" il Corriere della Sera , Milano, 12 Novembre, 2005.
...In pittura, per deformare il corpo umano è necessario conoscere perfettamente le regole anatomiche: lo sapevano i manieristi come Pontormo o Rosso Fiorentino, ma anche Paul Cadmus, il geniale pittore satirico americano che
venerava i maestri rinascimentali...


FLAMINIO GUALDONI


dalla monografia "VISIONI" catalogo per la mostra - ed. Comune di Corbetta, Corbetta (Mi), 2005.
Una delle sostanziose possibilità che la pittura dopo le avanguardie ci ha consegnato, è un rapporto con l’antico, con i modi e i temi della tradizione (…) Di tale possibilità da sempre si è servita Patrizia Comand, che negli ultimi anni va
costruendo una sorta di...


VITTORIO SGARBI


da "LE SCELTE DI SGARBI" Editoriale Giorgio Mondadori - Milano, 2004.
La massa muscolare di queste creature giunoniche non impedisce minimamente la leggerezza di una danza aerea e funambolica, che domina lo spazio e sfida la legge di gravità. E’ curioso tuttavia il contrasto tra i muscoli tesi delle
schiene, dei glutei, delle gambe, con...


RAFFAELLA DE GRADA


da "ACROBATE SUL FILO DELLA VITA" Corriere della Sera - Milano, 7 Ottobre 2001.
Quante volte abbiamo ammirato gli angeli e le figure allegoriche dipinti dal grande Tiepolo sulle volte dei soffitti e nelle tele. La figura in sembianze umane sospesa nell’aria senza tempo né luogo; c’è una gioia a evocare spazi immensi,
inconoscibili, vinti dalla figura umana che diventa padrona del...


VITTORIO SGARBI


da "SURREALISMO PADANO" ed. Skira, Ginevra - Milano, 2001.
...un mondo incolpevole di felicità femminile, nella pienezza dei sensi: così descrive la realtà Patrizia Comand in un voluto contrasto fra corpi pingui e floridi e la loro sospensione nel vuoto. Pesanti e lievi insieme. Dalla putrescenza
dei corpi di quello Zumbo moderno che è Bertelli alla gloria delle...


ROSSANA BOSSAGLIA


dalla monografia "SUL FILO DELLA VITA" catalogo per la mostra alla Provincia di Milano - Milano, 2001.
...Patrizia Comand nella sua produzione artistica ha sempre prediletto sequenze tematiche; la sua padronanza della tecnica pittorica (…) la sua intensa capacità di rendere al pieno le figure e le fisionomie non l’hanno mai bloccata in
compiacimenti virtuosistici. Guarda le persone , la natura, i paesaggi; ma non le basta di renderli...


MARIO DE MICHELI


dalla monografia "NEL SEGNO DELL'IMMAGINE" Edizione Vangelista, Milano, 1995.
...Patrizia crede alla comunicazione, cioè all’intrinseca possibilità di trasmettere agli altri la propria visione, i propri sentimenti, il proprio giudizio (…) E’ dunque per questo che la sua scelta, sin dall’inizio, è stata quella di parlare con le
immagini: l’immagine è infatti il tramite diretto della...